ANNO 2021

pillole 2019 - 28/10/2020

L’Inps, con messaggio nr. 208 del 17/01/2019, , informa che, a decorrere dal mese di febbraio 2019, nei flussi mensili UniEmens andrà compilato il nuovo elemento “Qualifica” nel quale dovrà essere valorizzata la Qualifica Professionale ISTAT (CP2011) corrispondente alla mansione realmente esercitata dal lavoratore nel mese.

L’indicazione è necessaria al fine di individuare le mansioni svolte dal lavoratore e rendere più agevole e veloce l’istruttoria per il riconoscimento dei requisiti che danno diritto all’accesso all’APE sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci.

Il dato è obbligatorio a decorrere dalle denunce relative a 02/2019 e la mancanza del dato, genera un messaggio di ‘Warning’, per il momento non bloccante.

L’Istituto ha chiarito che:

1)  il campo deve essere valorizzato per tutti i dipendenti e non solo per quelli rientranti nelle categorie particolari citate nel messaggio identificate come “attività lavorative cosiddette “gravose”, utili per l’accesso all’APE sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci.

2) Il campo dovrà essere mensilmente valorizzato pur in presenza di mansioni invariate nel tempo.  

3) Qualora il lavoratore in modo permanente o anche occasionale, sia adibito, nel corso del mese, ad attività facenti capo a classificazioni diverse, si dovrà fare riferimento all’attività prevalente. 

4) Il campo  dovrà essere valorizzato anche in caso di mancata prestazione lavorativa per ferie, aspettativa o assenza con titolo alla copertura figurativa (settimane valorizzate “1” o “2”). In tal caso il campo 'QualProf' andrà valorizzato con le mansioni che il lavoratore assente avrebbe svolto se fosse stato in servizio.

I codici da apporre nel nuovo elemento sono i medesimi già in uso, per la compilazione del modello telematico UNILAV.

Al fine di programmare per tempo l’inserimento del dato per ogni lavoratore dipendente, Vi consigliamo di richiedere ai datori di lavoro, di comunicare il codice corrispondente alle attuali mansioni svolte dal personale dipendente, nonché ogni successiva variazione, rilevandolo dalle tabelle Istat al seguente link.

ANNO 2020

pillole 2019 - 28/10/2020

L’Inps, con messaggio nr. 208 del 17/01/2019, , informa che, a decorrere dal mese di febbraio 2019, nei flussi mensili UniEmens andrà compilato il nuovo elemento “Qualifica” nel quale dovrà essere valorizzata la Qualifica Professionale ISTAT (CP2011) corrispondente alla mansione realmente esercitata dal lavoratore nel mese.

L’indicazione è necessaria al fine di individuare le mansioni svolte dal lavoratore e rendere più agevole e veloce l’istruttoria per il riconoscimento dei requisiti che danno diritto all’accesso all’APE sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci.

Il dato è obbligatorio a decorrere dalle denunce relative a 02/2019 e la mancanza del dato, genera un messaggio di ‘Warning’, per il momento non bloccante.

L’Istituto ha chiarito che:

1)  il campo deve essere valorizzato per tutti i dipendenti e non solo per quelli rientranti nelle categorie particolari citate nel messaggio identificate come “attività lavorative cosiddette “gravose”, utili per l’accesso all’APE sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci.

2) Il campo dovrà essere mensilmente valorizzato pur in presenza di mansioni invariate nel tempo.  

3) Qualora il lavoratore in modo permanente o anche occasionale, sia adibito, nel corso del mese, ad attività facenti capo a classificazioni diverse, si dovrà fare riferimento all’attività prevalente. 

4) Il campo  dovrà essere valorizzato anche in caso di mancata prestazione lavorativa per ferie, aspettativa o assenza con titolo alla copertura figurativa (settimane valorizzate “1” o “2”). In tal caso il campo 'QualProf' andrà valorizzato con le mansioni che il lavoratore assente avrebbe svolto se fosse stato in servizio.

I codici da apporre nel nuovo elemento sono i medesimi già in uso, per la compilazione del modello telematico UNILAV.

Al fine di programmare per tempo l’inserimento del dato per ogni lavoratore dipendente, Vi consigliamo di richiedere ai datori di lavoro, di comunicare il codice corrispondente alle attuali mansioni svolte dal personale dipendente, nonché ogni successiva variazione, rilevandolo dalle tabelle Istat al seguente link.

ANNO 2019

pillole 2019 - 28/10/2020

L’Inps, con messaggio nr. 208 del 17/01/2019, , informa che, a decorrere dal mese di febbraio 2019, nei flussi mensili UniEmens andrà compilato il nuovo elemento “Qualifica” nel quale dovrà essere valorizzata la Qualifica Professionale ISTAT (CP2011) corrispondente alla mansione realmente esercitata dal lavoratore nel mese.

L’indicazione è necessaria al fine di individuare le mansioni svolte dal lavoratore e rendere più agevole e veloce l’istruttoria per il riconoscimento dei requisiti che danno diritto all’accesso all’APE sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci.

Il dato è obbligatorio a decorrere dalle denunce relative a 02/2019 e la mancanza del dato, genera un messaggio di ‘Warning’, per il momento non bloccante.

L’Istituto ha chiarito che:

1)  il campo deve essere valorizzato per tutti i dipendenti e non solo per quelli rientranti nelle categorie particolari citate nel messaggio identificate come “attività lavorative cosiddette “gravose”, utili per l’accesso all’APE sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci.

2) Il campo dovrà essere mensilmente valorizzato pur in presenza di mansioni invariate nel tempo.  

3) Qualora il lavoratore in modo permanente o anche occasionale, sia adibito, nel corso del mese, ad attività facenti capo a classificazioni diverse, si dovrà fare riferimento all’attività prevalente. 

4) Il campo  dovrà essere valorizzato anche in caso di mancata prestazione lavorativa per ferie, aspettativa o assenza con titolo alla copertura figurativa (settimane valorizzate “1” o “2”). In tal caso il campo 'QualProf' andrà valorizzato con le mansioni che il lavoratore assente avrebbe svolto se fosse stato in servizio.

I codici da apporre nel nuovo elemento sono i medesimi già in uso, per la compilazione del modello telematico UNILAV.

Al fine di programmare per tempo l’inserimento del dato per ogni lavoratore dipendente, Vi consigliamo di richiedere ai datori di lavoro, di comunicare il codice corrispondente alle attuali mansioni svolte dal personale dipendente, nonché ogni successiva variazione, rilevandolo dalle tabelle Istat al seguente link.

ANNO 2019
presidente
contatta_presidente
Contatta la Presidente Vai