LAVORO

salute - 22/01/2021
• nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria quali la tosse, lo deve dichiarare immediatamente all’ufficio del personale, al suo responsabile e/o all’imprenditore, si dovrà procedere al suo isolamento e a quello degli altri presenti nei locali che siano venuti a contatto con lui in base alle disposizioni dell’autorità sanitaria, l’azienda procede immediatamente ad avvertire le autorità sanitarie competenti, il medico del lavoratore ed il medico del lavoro per avere ragguagli sul da farsi, e i numeri di emergenza per il COVID-19 forniti dalla Regione o dal Ministero della Salute, per la Lombardia il numero è il seguente: per gli abitanti della zona rossa è 800.894545; per informazioni chiamare il 1500, il 112 solo per chi riscontri sintomi.

• l’azienda collabora con le Autorità sanitarie per la definizione degli eventuali “contatti stretti” [si intendono le persone che sono state a stretto contatto con il lavoratore positivo al test] di una persona presente in azienda che sia stata riscontrata positiva al tampone COVID-19. Ciò al fine di permettere alle autorità di applicare le necessarie e opportune misure di quarantena. Nel periodo dell’indagine, l’azienda potrà chiedere agli eventuali possibili “contatti stretti” di lasciare cautelativamente lo stabilimento, secondo le indicazioni dell’Autorità sanitaria

CASSA

salute - 22/01/2021
• nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria quali la tosse, lo deve dichiarare immediatamente all’ufficio del personale, al suo responsabile e/o all’imprenditore, si dovrà procedere al suo isolamento e a quello degli altri presenti nei locali che siano venuti a contatto con lui in base alle disposizioni dell’autorità sanitaria, l’azienda procede immediatamente ad avvertire le autorità sanitarie competenti, il medico del lavoratore ed il medico del lavoro per avere ragguagli sul da farsi, e i numeri di emergenza per il COVID-19 forniti dalla Regione o dal Ministero della Salute, per la Lombardia il numero è il seguente: per gli abitanti della zona rossa è 800.894545; per informazioni chiamare il 1500, il 112 solo per chi riscontri sintomi.

• l’azienda collabora con le Autorità sanitarie per la definizione degli eventuali “contatti stretti” [si intendono le persone che sono state a stretto contatto con il lavoratore positivo al test] di una persona presente in azienda che sia stata riscontrata positiva al tampone COVID-19. Ciò al fine di permettere alle autorità di applicare le necessarie e opportune misure di quarantena. Nel periodo dell’indagine, l’azienda potrà chiedere agli eventuali possibili “contatti stretti” di lasciare cautelativamente lo stabilimento, secondo le indicazioni dell’Autorità sanitaria

LAVORO

salute - 22/01/2021
• nel caso in cui una persona presente in azienda sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria quali la tosse, lo deve dichiarare immediatamente all’ufficio del personale, al suo responsabile e/o all’imprenditore, si dovrà procedere al suo isolamento e a quello degli altri presenti nei locali che siano venuti a contatto con lui in base alle disposizioni dell’autorità sanitaria, l’azienda procede immediatamente ad avvertire le autorità sanitarie competenti, il medico del lavoratore ed il medico del lavoro per avere ragguagli sul da farsi, e i numeri di emergenza per il COVID-19 forniti dalla Regione o dal Ministero della Salute, per la Lombardia il numero è il seguente: per gli abitanti della zona rossa è 800.894545; per informazioni chiamare il 1500, il 112 solo per chi riscontri sintomi.

• l’azienda collabora con le Autorità sanitarie per la definizione degli eventuali “contatti stretti” [si intendono le persone che sono state a stretto contatto con il lavoratore positivo al test] di una persona presente in azienda che sia stata riscontrata positiva al tampone COVID-19. Ciò al fine di permettere alle autorità di applicare le necessarie e opportune misure di quarantena. Nel periodo dell’indagine, l’azienda potrà chiedere agli eventuali possibili “contatti stretti” di lasciare cautelativamente lo stabilimento, secondo le indicazioni dell’Autorità sanitaria
presidente
contatta_presidente
Contatta la Presidente Vai