Assemblea Elettorale 11 e 12 Ottobre
Necessaria la verifica dei dati presenti nell’albo alla seguente pagina: “Variazione dati albo”
Assemblea Elettorale 11 e 12 Ottobre
Necessaria la verifica dei dati presenti nell’albo alla seguente pagina: “Variazione dati albo”
Comunicazioni del presidente - 30/11/2020

<<Siamo preoccupati per l'impatto che l'emergenza sanitaria sta avendo nella operatività di molti Studi >> dichiara Marcella Caradonna Presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli  Esperti Contabili di Milano.

<<In questa seconda  fase, infatti, molti colleghi sono costretti, al fine di tutelare la propria salute e quella dei loro familiari, a periodi di isolamento forzato che generano non poche difficoltà nella gestione degli studi e rendono, di fatto, impossibile il rispetto delle scadenze fiscali per i clienti.

Ne consegue che il professionista, già spesso penalizzato per la crisi economica che sta colpendo il Paese, per rispettare le norme di prevenzione imposte dal diffondersi del contagio si trovi costretto anche a farsi carico di eventuali sanzioni legate al mancato rispetto delle scadenze.

Sarebbe, quindi, importante che si venisse incontro anche a situazioni di questo genere, consentendo ai clienti degli studi di professionisti colpiti dal Covid 19 di ottenere una proroga dei termini, che tenesse conto del decorso della malattia o dell'isolamento fiduciario.

Esiste, in effetti, un disegno di legge presentato in Senato che affronta le problematiche del professionista in malattia- continua Caradonna-, ma oggi per molte piccole realtà l'assenza del professionista per diversi giorni diventa una vera e propria criticità.

Prevedere subito forme di agevolazione per  casi simili sarebbe, di certo, un gesto di attenzione importante per la nostra categoria fortemente impegnata nel supportare le aziende e le famiglie in un momento così difficile >>  conclude la Presidente.

Le riprese delle Agenzie:

Fisco: commercialisti Milano, rimodulare scadenze per crisi covid 

(AGI) - Milano, 3 nov. - "Siamo preoccupati per l'impatto che 
l'emergenza sanitaria sta avendo nella operativita' di molti Studi". 
A dichiararlo e' Marcella Caradonna, presidente dell'Ordine dei 
Dottori Commercialisti e degli  Esperti Contabili di Milano. "In 
questa seconda fase, infatti, molti colleghi sono costretti,.. (AGI)Red/Flo

Covid: commercialisti Milano, preoccupa operatività in studi

Caradonna ricorda, in Senato c'è ddl su malattia professionisti

(ANSA) - ROMA, 03 NOV - L'Ordine dei commercialisti di
Milano, presieduto da Marcella Caradonna, esprime
"preoccupazione" per "l'impatto che l'emergenza sanitaria sta
avendo nella operatività di molti studi". La numero uno dei
professionisti del capoluogo lombardo fa sapere che "molti
colleghi sono costretti, al fine di tutelare la propria salute e
quella dei loro familiari, a periodi di isolamento forzato che
generano non poche difficoltà nella gestione degli studi e
rendono, di fatto, impossibile il rispetto delle scadenze
fiscali per i clienti. Ne consegue che il professionista, già
spesso penalizzato per la crisi economica che sta colpendo il
Paese, per rispettare le norme di prevenzione imposte dal
diffondersi del contagio si trovi costretto anche a farsi carico
di eventuali sanzioni legate al mancato rispetto delle scadenze.
Sarebbe, quindi, importante che si venisse incontro anche a
situazioni di questo genere, consentendo ai clienti degli studi
di professionisti colpiti dal Covid-19 di ottenere una proroga
dei termini, che tenesse conto del decorso della malattia, o
dell'isolamento fiduciario", aggiunge. Caradonna rammenta, poi,
che "esiste un disegno di legge presentato in Senato che
affronta le problematiche del professionista in malattia (primo
firmatario il senatore di FdI Andrea de Bertoldi, ma
sottoscritto da esponenti di tutti gli schieramenti politici,
che mira ad ottenere il differimento delle scadenze, se il
lavoratore autonomo si ammala, o subisce infortuni, ndr), ma
oggi per molte piccole realtà l'assenza del professionista per
diversi giorni diventa una vera e propria criticità". Ecco
perché, si chiude la nota dei commercialisti milanesi, bisogna
"prevedere subito forme di agevolazione per casi simili sarebbe,
di certo, un gesto di attenzione importante per la nostra
categoria fortemente impegnata nel supportare le aziende e le
famiglie in un momento così difficile". (ANSA).
presidente
contatta_presidente
Contatta la Presidente Vai